1818, Lord Byron arriva a Ca’ Zen, tutti i servitori al lavoro nella villa sul Delta del Po’
|

Luigi, ti accoglierà con il suo tipico entusiasmo, rivestendo i panni del maggiordomo capo di Ca’ Zen. Ti porterà a scoprire le attività tipiche della corte dei nobili che hanno vissuto in questa splendida Villa Veneta. rimasta come ad inizio ‘800 ai tempi delle “scappatelle amorose” di Lord Byron con la giovane contessa Guiccioli. Rivivrai le tradizioni di questa casa rivestendo i panni di un servitore di Ca’ Zen. Parteciperai ad una caccia (fotografica) della fauna tipica di questo territorio selvaggio e ancora incontaminato situato sul delta del fiume Po. Imparerai i segreti della preparazione dei cavalli, costruirai la tradizionale ocarina in ceramica come dono per l’atteso Lord Byron.

29 dicembre 1514: L’ultimo giorno del Conte Giancarlo Tramontano a Matera
|

Rosanna, nei panni del leggendario personaggio di Brunetta, ti porterà a rivivere un drammatico momento realmente accaduto nella storia Medievale della città di Matera. Scoprirai le ragioni per cui il Castello Tramontano è rimasto incompleto, rivivrai i sentimenti che mossero la popolazione a cacciare il tiranno che sopraffaceva la popolazione per le sue smanie di potere e di conquista, godrai di una visita guidata attraverso le vie e al Duomo di Matera e assisterai ad una dimostrazione artigianale della caratteristica lavorazione locale della cartapesta.

La tunica di Faroaldo II (Storia Medievale e la tessitura della canapa)
|

Veronica, nei panni di dottoranda in Storia Medievale, ti condurrà alle origini dell’Abbazia di San Pietro in Valle, celeberrima abbazia longobarda umbra, che conserva la bellissima Lastra di Orso e il più importante ciclo di affreschi umbro pre-giottesco. Approfondirai le tradizioni della Valnerina visiterai il Museo della Canapa. Potrai ascoltare la storia di Faroaldo II, raccontata dagli esperti del luogo, apprendere e sperimentare come si svolgeva la tessitura della canapa con un antico telaio d’epoca e, infine suggellare l’impresa con una degustazione di prodotti tipici.

“Trotula De Ruggiero”, prima Dama della Medicina Salernitana dell’XI Secolo
|

Clelia, calata nel ruolo di Trotula, il più famoso medico donna dell’Università di Salerno, ti farà conoscere il celebre passato medievale di questo splendido capoluogo, portandoti a scoprire i luoghi più rappresentativi della città e la vita della dottoressa Trotula, descrivendo in chiave divulgativa gli aspetti salienti della Scuola Medica Salernitana nel periodo del suo massimo splendore durante l’XI e il XII Sec .Tu invece rivestirai i panni di un allievo della Scuola Medica Salernitana proveniente dal Nord Europa sarai incaricato di cercare le specie botaniche con proprietà antivenefiche (contro i veleni). Imparerai a riconoscere alcune piante e, godendo di un panorama mozzafiato, gusterai tisane dagli effetti benefici nella suggestiva tisaneria dell’Orto Botanico

La maledizione di Cunizza Da Romano
|

Angelo, nei panni del masnadiere di Alberico, ti porterà sul colle di San Zenone a rivivere la storia della famiglia Da Romano, che sarà narrata da Cunizza, sorella minore del tiranno Ezzelino. Parteciperai ad un laboratorio di Scherma medievale, assisterai ad una battaglia medievale tra le fazioni avversarie alla casata Da Romano, a cui seguirà un processo dove insieme agli altri Cavalieri assumerai la difesa davanti al giudice. Dovrai redigere una preziosa pergamena a cui apporrai la tua firma e il timbro in ceralacca e per questo scopo parteciperai ad un esclusivo laboratorio di scrittura medievale. Infine, verrà celebrata la tua nomina nobiliare, a cui seguirà il rinfresco e la consegna delle foto.

I Cavalieri che liberarono la Val D’Orcia da Ghino di Tacco
|

Michele, signore del Borgo, ti porterà alla scoperta della Valdorcia in sella al tuo “cavallo ciclato” e alla fine, festeggerai libando nei lieti calici insieme ai cavalieri che fecero l’impresa, tutti riuniti nella dimora di Michele.

(VIP EDITION) Lord Byron arriva a Ca’ Zen
|

Luigi, ti accoglierà con il suo tipico entusiasmo, rivestendo i panni del maggiordomo capo di Ca’ Zen. Ti porterà a scoprire le attività tipiche della corte dei nobili che hanno vissuto in questa splendida Villa Veneta. rimasta come ad inizio ‘800 ai tempi delle “scappatelle amorose” di Lord Byron con la giovane contessa Guiccioli. Rivivrai le tradizioni di questa casa rivestendo i panni di un servitore di Ca’ Zen. Parteciperai ad una caccia (fotografica) della fauna tipica di questo territorio selvaggio e ancora incontaminato situato sul delta del fiume Po. Imparerai i segreti della preparazione dei cavalli, costruirai la tradizionale ocarina in ceramica come dono per l’atteso Lord Byron.

(VIP EDITION) Salviamo il lievito madre della regina Margherita!
|

Sondra, nei panni di Giuditta – la fornaia di corte – ti scorazzerà in bici nel parco della Reggia di Monza per immergerti in un susseguirsi di boschi e prati di fieno biologico punteggiati qui e là di piccole cascine e residenze di caccia dei re per raggiungere un fiume e un vecchio mulino tornato in funzione per macinare il grano con antiche macine in pietra. Mettere le mani in pasta e poi gustare le pagnotte appena sfornate all’ombra del mulino sarà un piacere indimenticabile. Tavoloni all’aperto e picnic regale all‘ombra del mulino, una deliziosa esperienza en plein air!

(VIP EDITION) I Cavalieri che liberarono la Val D’Orcia da Ghino di Tacco
|

Michele, signore del Borgo, ti porterà alla scoperta della Valdorcia in sella al tuo “cavallo ciclato” e alla fine, grazie agli insegnamenti di una esperta cuoca, imparerai a cucinare una antica ricetta tipica di quella terra, festeggiando infine e “libando nei lieti calici” insieme ai cavalieri che fecero l’impresa, tutti riuniti nella dimora di Michele.

(VIP EDITION) La tunica di Faroaldo II
|

Veronica, nei panni di dottoranda in Storia Medievale, ti condurrà alle origini dell’Abbazia di San Pietro in Valle, celeberrima abbazia longobarda umbra, che conserva la bellissima Lastra di Orso e il più importante ciclo di affreschi umbro pre-giottesco. Approfondirai le tradizioni della Valnerina visiterai il Museo della Canapa. Potrai ascoltare la storia di Faroaldo II, raccontata dagli esperti del luogo, apprendere e sperimentare dal vivo come si svolgeva la tessitura della canapa imparando a tessere con un antico telaio d’epoca.

1 2 3